Angela Biscaldi e la Dad stasera incontro online

21 Marzo 2021

Ormai da un anno la pandemia ha trasformato le vite di tutti sia per le dolorose perdite di volti e affetti sia per i tanti e i più diversi cambiamenti nella quotidianità dell’esistenza. Tra questi cambiamenti sono mancati sempre più frequentemente gli incontri tra le persone, troppo pochi i momenti di tregua strappati alle restrizioni imposte a tutela della salute, per recuperare in tempi rapidi i momenti di confronto. E allora? Rinunciare o cercare di trovare modalità nuove per offrire alle persone occasioni dove affrontare il presente così da riappropriarsi consapevolmente del proprio futuro?
La Lista Civica Oltre i Portici di Castelleone, fedele al suo nome, Oltre, ha deciso di andare oltre le difficoltà contingenti e, utilizzando la tecnologia, ha proposto l’iniziativa Libri per guardare Oltre, una serie di incontri con autori, come occasioni di cultura e di pensiero. Un modo per mettere in circolo idee da cui ricavare proposte attuabili in concreto nelle comunità locali, ma che possano anche costituire sperimentazioni di nuovi modelli di sviluppo applicabili a realtà più ampie. I temi scelti per tre incontri sono legati alle problematiche più attuali causate dalla pandemia e quindi la società, la scuola e la comunicazione attraverso i social.
Il tema riguardante la società è stato affrontato lo scorso lunedì 15 marzo dal professor Ambrogio Santambrogio, ordinario di Sociologia presso l’Università di Perugia, presentando il suo saggio Ecologia sociale. La società dopo la pandemia, con un’analisi dell’attuale realtà sociale e con la pandemia vista come occasione per ripensare al tipo di società in cui vivere in futuro.
Alla scuola è dedicato l’incontro di oggi lunedì 22 marzo, dove la professoressa Angela Biscaldi, docente di Antropologia culturale presso l’Università Statale di Milano, partendo da un suo recente lavoro ‘La didattica a distanza: nuove rappresentazioni dell’insegnare e dell’apprendere’, offrirà una riflessione sul ‘fare scuola’ oggi in Italia che superi il limite del dibattito pro o contro la DAD, acronimo della divisiva Didattica a distanza. L’articolo è frutto di un trimestre (giugno, luglio e agosto 2020) di riflessioni antropologiche su quanto accaduto, accompagnate da conversazioni intrattenute dall’autrice con docenti di tutta Italia che hanno condiviso la loro esperienza nel periodo del lockdown. Per seguire la conferenza, collegarsi dalle ore 18,30 al link

https://meet.jit.si/CSXCastelleone

Lunedì 29 marzo, Giambattista Magnoli, rifletterà sulla forza che i social hanno acquisto nel condizionare la comunicazione, presentando il suo saggio Come i social hanno ucciso la comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.