Cupola S. Pietro e Porta Stanga, i video

22 Marzo 2021

E’ una collaborazione che dura da più di 25 anni quella che lega professionalmente Mino Boiocchi e Matteo Sessa. L’uno fotografo, l’altro produttore video, integrano le rispettive competenze per fornire alla clientela servizi d’alta qualità sul mercato nazionale. Li accomuna la passione per l’immagine, che hanno saputo trasformare sin da giovani in un lavoro che offre sempre nuovi stimoli. La ricerca continua, l’adozione delle tecnologie più avanzate e di nuove tipologie di messaggio li spinge a offrire prodotti innovativi, spesso in grado di fare tendenza. Sessa cura nei minimi dettagli il montaggio, anche in questo campo attingendo alle risorse della sua creatività. ‘Fotografie e video sono quanto di più democratico esista – commenta Boiocchi – perché possono piacere o non piacere, ma si mostrano alla completa evidenza di chi li guarda. Non hanno segreti. E il giudizio di ognuno è personale, contestabile in alcuni casi, ma da accettare come ogni valutazione personale’.
Ogni anno Matteo Sessa collabora con Mino Boiocchi, Giochi di Luce e Polografico nella creazione del calendario artistico pubblicato da Fantigrafica. Ecco due video realizzati in 4k da Sessa e Boiocchi. L’uno è stato girato all’interno della cupola di San Pietro, una delle più vaste coperture in muratura mai costruite; presenta un diametro interno di circa 42 metri e porta l’altezza complessiva della basilica, dalla base fino alla sommità della lanterna, ad oltre 130 metri. Le sue forme, espressione del passaggio dall’architettura rinascimentale a quella barocca, rispecchiano in buona parte il disegno di Michelangelo Buonarroti che vi lavorò fino all’anno della sua morte, avvenuta nel 1564. Costituisce uno dei simboli più celebri della città di Roma, dove viene popolarmente denominata Cupolone, nonché uno dei punti più panoramici della città, con vista a 360 gradi sull’intera Città del Vaticano e su quasi tutti i quartieri del centro storico di Roma.
L’altro video è sulla ricostruzione del portale Stanga all’esterno del teatro Ponchielli di Cremona, effettuata in occasione della presentazione del calendario realizzato da Fantigrafica. In quell’opera sono contenute le immagini scattate da Boiocchi al Museo del Louvre, a Parigi, dove il portale originale è conservato. A Cremona esiste infatti solo un calco in gesso che si trova nel salone dei Quadri del palazzo comunale. Edificato nell’ultimo decennio del XV secolo dai marchesi Stanga, il palazzo, situato in corso Garibaldi, ha perso totalmente il suo aspetto quattrocentesco. L’attuale edificio è frutto della ristrutturazione o

ttocentesca in stile neobarocco con decorazione in facciata a cornici sagomate e intrecci in ferro battuto e rondoni. Il portale rinascimentale che ne ornava l’ingresso, scolpito nel 1490, venne asportato alla fine dell’Ottocento.

4 risposte

    1. Sono d’accordo. Ho voluto pubblicare questi video di Mino Boiocchi e Matteo Sessa perché tutti li possano apprezzare e anche perché si sappia che in provincia lavorano professionisti che hanno come principale obiettivo la qualità. E che concorrono con i loro colleghi sul mercato internazionale. Apra gli occhi chi vede grande solo chi ha conosciuto da grande.

  1. E’ incredibile come Mino Boiocchi e Matteo Sessa riescano a dare vita alla storia e all’Arte creando forti emozioni, due grandi professionisti dell’immagine animati dalla passione e dalla bellezza
    Protagonisti ogni anno nella presentazione del calendario con la partecipazione dei fratelli Fanti presentandolo al teatro Ponchielli stracolmo di cittadini Cremonesi entusiasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.