Abbattimento dei gas serra, senza se e senza ma

19 Giugno 2021

Ho letto due volte l’intervento del consigliere regionale Matteo Piloni e ho trovato che la sua massima attenzione è per l’inquinamento atmosferico, dimenticando, almeno in questa sua dichiarazione, che lo smog e i gas serra sono figli gemelli di una perfida fonte: la combustione delle fonti fossili.

Quasi che, agli occhi dei meno informati, appaia che i tanti soldi stanziati dal Recovery Fund, 74,4 miliardi dieuro italiani spalmati per i prossimi 7 anni, siano soltanto per abbattere lo smog. Mi viene l’inconfessabile sospetto che il consigliere Piloni, intenzionalmente o meno, metta in ombra l’unica finalità di quei soldi che è quella di governare l’aumento delle temperature con l’abbattimento dei gas serra, fattore che, conseguentemente e fortunatamente, coincide anche con quello delle emissioni inquinanti. Se sul concreto la differenza è quasi irrilevante, è il caso di informare correttamente i cittadini che questo sforzo epocale globale non è per lo smog pur molto alto nel mondo, 8,8 milioni di morti l’anno (in Italia 81 mila di cui circa 51 mila proprio nella inquinata Padania), ma per sottrarre la specie umana alla sesta estinzione di massa in pochi decenni.

Dalla combustione delle fonti fossili, sia dei motori endotermici che delle caldaie e dei forni, come pure dalle deiezioni della zootecnia intensiva si hanno emissioni di gas che contengono sia il particolato e i gas inquinanti che i tre gas serra più importanti: anidride carbonica (CO2), metano (CH4) e diossido di azoto (N2O), quei gas che il mondo intero sta cercando di abbattere. In conclusione, aggredire le emissioni dei gas serra, per fortuna della pianura padana, significa, di conseguenza, aggredire pure l’inquinamento atmosferico.

Quindi, no ad autostrade, no a insediamenti industriali energivori, no a traffico urbano, no a agricoltura e zootecnia intensive. E tutto ciò dovrebbe essere realizzato, proprio per noi che abitiamo in pianura padana, come si dice oggi, ‘senza se e senza ma’.

Benito Fiori

ABC – La Rete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.