Il ddl Zan, l’ambiguità del Pci e la laicità dello Stato

25 Giugno 2021
Caro direttore, i miei complimenti ad Ada Ferrari per il suo articolo corposo e pienamente condivisibile. Volevo solo fare due precisazioni.
1) L’ambiguità del Pci è ben anteriore al comportamento tenuto da Berlinguer in occasione del referendum per il divorzio. Non dimentichiamo il 1946 quando i ‘compagni’ costituenti votarono ignobilmente l’art. 7 della Costituzione. Finché sarà in essere il Concordato la laicità dello Stato sarà sempre in pericolo. Lo Stato insomma non sarà mai veramente laico. Adesso poi col dilagare degli islamici si  va di male in peggio: voglio ricordare che Islam significa ‘sottomissione’.  Cara Fallaci quante inascoltate verità hai distillato!  L’unica vera religione per lo Stato è la ‘civil religion’.
2) La distruzione della famiglia italiana storica è imputabile in parte al carrierismo esasperato e al consumismo becero importato dagli Stati Uniti e in parte al fatto che se ne sia appropriata la chiesa impacchettandola in un format con altri inaccettabili, retrogradi e illiberali principi sociali. Poi la progressiva, infame distruzione della serietà e della selettività della scuola ha completato l’opera .
Gianni Carotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.