24.00.00, una commedia romantica sulla fine del mondo

23 Agosto 2021

Vacanza è leggere, in qualsiasi condizione, mentre fa caldo e si suda, con le mani che appiccicano anche se le hai lavate più volte, basta ci sia la luce del sole.

24:00:00, romanzo di Federico Guerri è una commedia romantica sulla fine del mondo.

24 ore scandite in cielo in un inesorabile countdown per l’umanità. Tutte le differenze sociali annullate, le credenze religiose, i vizi e i capricci, non c’è più tempo a disposizione per credere a nulla se non ai propri sentimenti. Le convinzioni più radicate si sbriciolano, la verginità non appare più un valore, non lo è mai stato, figlie abbandonate tornano a farsi cullare da una ninna nanna cantata per gli ultimi minuti dell’uomo. Le storie sembrano lontane, geograficamente e umanamente, personaggi devoti a videogiochi online legati attraverso nickname a giovani rampolli colpevoli di essere figli e corresponsabili di tragedie planetarie; la rete unisce, la rete inganna, la rete stupisce, prostitute vergini, pornocrati improbabili donatori di paternità, vittime del cinismo della chimica industriale, deformi, dal ventre metallico e dal cuore dolceamaro.

C’è veramente di tutto in questo incrocio di rotte e di venti, di continenti e di coscienze al contagocce. C’è l’autoironia, la sregolatezza di uno scrittore maledetto e frustrato, salvato da chi non ha tempo da buttare, neppure quello di un’ipotetica ultima giornata parigina. Folle allegria, speranza e rinascita, l’arte può salvare, una telefonata può salvare, un volo conquistato con la forza della disperazione può arrivare ad infilare un anello di cipolla al dito della donna che ama. Tanto romanticismo? Non so, di certo tanta letteratura, basti pensare alla storia norvegese che fa da intermezzo e vive ostinata al di sopra e a prescindere dal conto alla rovescia; un interrogativo aperto, la letteratura come faro dell’esistenza. Tante citazioni, tanta contemporaneità in questo divertissement letterario, geniale nel ricondurre storie apparentemente distanti, ad essere figlie uniche di un’unica fratellanza, l’Umanità.

 

Alessandra Fiori

 

24:00.00

autore Federico Guerri

Edizioni Il Foglio

8,40 euro copertina flessibile su Amazon

 

Una risposta

  1. Molto interessante… tratta di argomenti non comuni, il libro giusto per capire i valori della vita e i pregiudizi sulle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.