Cremona, piante tagliate. Nolli (M5S): 5 domande alla giunta

9 Settembre 2021

Alla luce di quanto avvenuto nell’ultimo mese e al drastico taglio degli alberi nel Comune di Cremona che sta cambiando pesantemente l’aspetto paesaggistico della città trasformando quartieri storicamente tra i più verdi in quartieri ‘desolati’. Considerando che Cremona è stata classificata come la più inquinata d’Italia e seconda in Europa Dall’European Environment Agency. Siamo secondi solo a Nowy Sacz in Polonia (ma di poco). Questo status è stato confermato anche dall’ISTAT con l’aggiornamento dell’Indice BES (se l’onorevole Pizzetti chiedeva delle certificazioni sull’aria inquinata di Cremona credo ce ne siano in abbondanza).

Con questa interrogazione vogliamo ricordare alla giunta la legge nazionale 10 del 2013 che sancisce le norme per lo sviluppo degli spazi urbani e chiediamo delle risposte a cui riteniamo che questa maggioranza debba rendere conto ai cittadini.

In particolare chiediamo:

1. quale percorso di partecipazione intende adottare per la redazione del piano del verde?

2. intende coinvolgere specifici portatori di interesse locale: associazioni di categoria, ordini professionali, operatori economici del settore verde e turismo, associazioni ambientaliste?

3. quale è l’entità delle risorse economiche che intende mettere a disposizione e tempistiche di approvazione

4. i contenuti del bilancio arboreo aggiornato dopo il primo mandato della giunta Galimberti

5. se ogni anno è stato rispettato l’obbligo di nuova piantumazione per ogni bambino/a nato o adottato. Se sì, esplicitando dove e dati relativi.

 

Luca Nolli

consigliere comunale Movimento 5 Stelle Cremona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.