Degli Angeli (M5s): ‘Mozione per moratoria sul nucleare’

22 Settembre 2021

Il MoVimento 5 Stelle deposita una mozione per chiedere una moratoria sul nucleare. Degli  Angeli (M5s Lombardia): ‘Fontana e Salvini chiedano ai cittadini se siano per il sì o per il no  al nucleare. Il Movimento guarda a fonti energetiche pulite e rinnovabili’.  

Una mozione a firma M5s per richiedere una moratoria al nucleare. È stata presentata, martedì 21 settembre, presso palazzo Pirelli a seguito del presidio  mattutino che ha coinvolto i consiglieri e gli attivisti del M5s. Tra i firmatari Marco Degli Angeli,  consigliere del M5s Lombardia il quale ha sottolineato: ‘Sono estremamente contrariato dal voto  sfavorevole del Consiglio. Come consigliere lombardo il mio obiettivo è quello di guardare gli  interessi e la salvaguardia di tutti i cittadini lombardi. Parlare oggi di nucleare, considerando  che la fusione (nucleare pulito) è una tecnologia ancora in valutazione avrà ancora molte  incognite per almeno 10 anni, è del tutto anacronistico, e non consente nel breve di risolvere il  problema delle bollette’.  

A onor di cronaca la questione del nucleare dovrebbe, meglio deve, andare oltre la propaganda o il  parere politica: i cittadini si sono già espressi contrariamente al nucleare in due diversi  referendum abrogativi. l’ultimo nel 2011.  

Aggiunge Degli Angeli: ‘Anziché parlare di centrali nucleari nei pressi dei centri storici senza  nessuna coscienza di quello che si sta dicendo, forse sarebbe il caso di chiedere ai cittadini se il  nucleare lo vogliono oppure no. Forse – sottolinea Degli Angeli – sarebbe il caso di fare gli  interessi dei cittadini, anziché dimenticarsi sempre di loro, se non quando si parla di discariche,  inceneritori, e nucleare’.  

Il consigliere Degli Angeli ha quindi sottolineato come, in materia di energia, il Movimento 5 stelle ha sempre guardato al lavoro. Alla sostenibilità ambientale e al benessere collettivo.  ‘Diversi – precisa Degli Angeli – sono stati gli incentivi rivolti alle fonti rinnovabili, alle comunità  energetiche e alla riqualificazione energetica, ad esempio tramite il superbonus 110%.  

Conclude Degli Angeli: ‘Anziché parlare di nucleare, sarebbe più opportuno investire sulla  decarbonizzazine dei nostri territori anche grazie ai fondi del PNRR, seguendo le direttive  europee. Inoltre, la Lega che tanto promuove sistemi anacronistici, deve ancora spiegare con che  tempi, quanto costerà e in che modo intenda poi gestire e smaltire le scorie, e soprattutto dove  intenda farlo’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.