Osteria Sant’Ambrogio, un tuffo negli anni Sessanta

29 Settembre 2021

La pandemia è veramente finita? Nell’attesa di averne la certezza, segnaliamo luoghi e ristoratori che applicano rigorosamente le prescrizioni sanitarie anti covid: mascherina, sanificazione delle mani, distanze di sicurezza e altro.

Procuratevi un navigatore, programmate l’itinerario e non ponetevi altro obiettivo se non  quello di passare alcune ore piacevoli a tavola con persone speciali. Siamo all’Osteria Sant’Ambrogio, situata in località Mostiola di San Colombano al Lambro (Città Metropolitana di Milano), strada statale per Pavia, al confine con le province di Pavia e Lodi. Si presenta come una palazzina di dogana dell’800. Saliti alcuni gradini, ci si trova in una tipica osteria degli anni Sessanta, composta da diverse sale ben arredate e con una veranda accogliente nella quale accomodarsi nella bella stagione. 

Fa bella mostra di sè  un grande camino con l’apposita griglia ad altezza d’uomo, regolabile manualmente, per cuocere carni, pesce, verdure e formaggi, pronti da servire grazie alla destrezza del cuoco Donato, milanese doc. Fanno parte della famiglia la cuoca Ivana. amante della cucina emiliana (lei è piacentina), che propone piatti eccellenti, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. La figlia Greta coccola i clienti con il suo garbo e con la proposta di vini anche di pregio. E’ una gestione tutta famigliare all’insegna dell’ospitalità.

Il locale porta il nome del patrono di Milano, Sant’Ambrogio, che ben rappresenta l’operosità dei milanesi e di tutti coloro che si impegnano nel lavoro con combattività, spirito di sacrificio e altruismo.

La proposta culinaria si ispira alla tradizione emiliana e a quella milanese e pavese col denominatore comune della qualità. Si gustano i migliori salumi piacentini accompagnati da sottaceti e sott’olii, spiedini di formaggio in pancetta e alla brace, pesce al naturale come il polipo con patate, aringa con cipolle taggiasche e ananas, spiedini di gamberi e seppie alla brace, carne di manzo o di maiale sempre alla brace, costine, salsicce, lombate e altri piatti golosi.

Ottima la proposta dei formaggi. I dessert sono curati da Ivana. La scelta dei vini e dei distillati è in grado di soddisfare le aspettative dei clienti più esigenti. Potete trovare le migliori bollicine metodo classico dell’enologia Italiana, champagne di pregio, vini del territorio e altri molto particolari. 

San Colombano al Lambro, a pochi passi dall’Osteria, offre luoghi storici da visitare come l’Abazia, il Feudo monastico di Bobbio, il Castello Medievale del  1600 e altri edifici storici assolutamente da non perdere.

Prenotazione consigliata telefonando al numero 0371 89867.

 

Osvaldo Murri 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.