Malasanità lombarda, Degli Angeli (M5s): ‘Parli la gente’

15 Ottobre 2021

Riforma sanitaria in Lombardia. Moratti peggio di Formigoni? Degli Angeli (M5s  Lombardia) lancia un appello ai cittadini: ‘Lottiamo per una sanità vicina ai territori,  aiutatemi a raccontare le vostre esperienze di malasanità. Apriamo gli occhi alla giunta’.  

Con la discussa riforma della sanità lombarda alle porte a firma Moratti, arriva una richiesta  di aiuto rivolta a tutti i cittadini: ‘Ho bisogno del vostro aiuto, facciamo sentire la nostra voce’.  È l’accorato appello che arriva da Marco Degli Angeli, consigliere M5s di Regione Lombardia il  quale ha poi sottolineato: ‘Dopo il disastro causato da Formigoni e Maroni, la sanità lombarda  ha già dimostrato tutti i suoi punti deboli: ce ne siamo bene accorti in tempo di covid e una  sonora bocciatura è arrivata anche da Roma e da Agenas, motivo per il quale si sta ora  procedendo ad una ulteriore riforma’.  

Il mese di novembre sarà il mese cruciale per la riforma della sanità lombarda dove, in  consiglio regionale, ci saranno sedute fiume quotidiane: dal 10 al 26 novembre. 

Spiega Degli Angeli: ‘Non possiamo lasciare nulla di intentato. Soprattutto dopo che tutte le  nostre istanze sono state ignorate dalla giunta Fontana, con il risultato di trovarci a discutere un  testo divisivo e con forti storture. Motivo per il quale rivolgo questo appello a tutti i cittadini:  aiutateci a dare voce ai nostri territori. Noi lottiamo per una sanità pubblica vicino ai territori,  che non guardiaù al profitto, ma ai bisogni dei cittadini e che sappia valorizzare chi lavora per la  nostra salute’.  

Aggiunge il consigliere: ‘La proposta che arriva dalla giunta, con l’avvallo di Lega, FI e FdI, è  un ennesimo regalo alla sanità privata ed è stata implementata senza l’opportuno contributo dei  lavori delle commissioni, dei sindaci e dei territori. Abbiamo assistito a contingentamento di  tempi, forzature, microfoni spenti etc. Insomma, una vera vergogna! Per questo motivo – precisa  Degli Angeli – in aula vogliamo raccontare alla maggioranza tutti quei casi quotidiani di  malasanità che probabilmente ignorano’. Questo il motivo per il quale Degli Angeli ribadisce  come l’aiuto dei cittadini non sia solo necessario, ma fondamentale: ‘Se avete storie da  raccontare, vostre o di conoscenti, di malasanità, di liste di attesa infinite, di disservizi, di  complicazioni per accedere a servizi, visite o prestazioni sanitarie, vi chiederei di scrivermi la  vostra esperienza. Le leggerò, una per una nel pieno rispetto dell’anonimato e senza fare  riferimenti personali, durante le sedute consiliari in aula. Fontana, Moratti e la maggioranza  ignoreranno anche questo? È importante uno sforzo corale da parte di tutti. Non possiamo più  assistere ai tagli dei servizi territoriali e all’arroganza di chi si è chiuso in un palazzo ignorando i  problemi dei cittadini’.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.