EcosistemaUrbano, Cremona solo 25^ perde 12 posizioni

8 Novembre 2021

La classifica finale della XXVIII edizione di EcosistemaUrbano che prende in esame i 105 Comuni italiani vede precipitare Cremona di dodici posizioni rispetto all’edizione precedente. Guida la classifica Trento, seguita da Reggio Emilia, Mantova, Cosenza, Pordenone, Bolzano, Parma, Belluno, Treviso, Ferrara, Rimini, Trieste, Udine, Cuneo, Macerata, Cagliari, Forlì, Sondrio, Pesaro, Teramo, Perugia, Bologna, Verbania, Lucca e Cremona che si piazza al 25° posto. Cremona si classifica tra le peggiori nei parametri relativi all’inquinamento atmosferico: 97^ come PM10,  85^ come ozono, 67 come biossido d’azoto.  E’ 96^ come passeggeri del trasporto pubblico urbano, 91^ come vittime della strada. E’ 70^ per l’uso efficiente del suolo, 78^ per l’offerta di trasporto pubblico. Cremona eccelle invece per le piste ciclabili, dato che risulta seconda.

I dati della 28° edizione di EcosistemaUrbano – il rapporto annuale di Legambiente sulla vivibilità ambientale dei Comuni capoluogo, realizzato in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 ore – sono stati presentati oggi lunedì 8 novembre in diretta sul sito lanuovaecologia.it, sul canale YouTube e sulla pagina Linkedin di Legambiente e sul sito ilsole24ore.com.

Nel corso dell’evento dal titolo Città Italia: i cambiamenti che guidano la ripartenza si è discusso delle potenzialità del PNRR per la transizione ecologica nei centri urbani e di come i sindaci si stanno muovendo per raccogliere questa opportunità.

Ecosistema Urbano è stato il primo studio che a livello mondiale si è posto come obbiettivo quello di organizzare i dati ambientali delle città con lo scopo di fornire un criterio di valutazione della sostenibilità ed un benchmarking delle prestazioni ambientali. Lo scopo dello studio è quello di misurare la ‘febbre” ambientale delle città capoluogo e l’efficacia delle prescrizioni messe in atto dalle amministrazioni pubbliche. Ecosistema Urbano vuole dunque essere una sorta di termometro della sostenibilità.

Il rapporto raccoglie ogni anno, sia con questionari e interviste dirette ai 105 Comuni capoluogo di provincia sia sulla base di altre fonti statistiche, informazioni su 125 parametri ambientali per un corpus totale di oltre 125mila dati. Questa raccolta viene sintetizzata in alcuni indicatori di qualità ambientale riferibili a tre macro-classi: indicatori di pressione, indicatori di stato e indicatori di risposta. Come in altri casi di indagini che costruiscono un ranking, Ecosistema Urbano utilizza poi un indice basato su una scala delle prestazioni per i vari indicatori sommando successivamente i risultati di questi. Dall’analisi integrata di queste diverse performance si ricava la classifica finale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.