Sanità lombarda. M5s: ‘Sospetti di incostituzionalità’

10 Novembre 2021

Al via la riforma Sanitaria Lombarda. È incostituzionale? Degli Angeli e Fumagalli (M5S Lombardia): “Hanno respinto le pregiudiziali di costituzionalità. Così la maggioranza sfida il Governo; a rischio l’intero Sistema Sanitario Nazionale’
‘La criticità più grossa di questa (non)riforma Moratti-Fontana è la presenza di articoli in contrasto con la normativa nazionale. Questo è il motivo per il quale il Movimento Cinque Stelle ha presentato quattro pregiudiziali di costituzionalità’. A spiegarlo sono stati Marco Degli Angeli e Marco Fumagalli, entrambi consiglieri pentastellati di Regione Lombardia. ‘Alcuni passaggi di questa (non)riforma – spiegano – rappresentano una vera e propria sfida al
Governo nazionale, passibili di impugnativa alla Corte costituzionale’. Aggiunge Degli Angeli: ‘Se dovesse passare il concetto che le Regioni possano derogare ai principi generali della normativa nazionale sarebbe a rischio l’intero Sistema Sanitario Nazionale’. ‘Nelle pagine di questa (non) riforma – precisa Fumagalli -, la stessa maggioranza ammette di andare contro la legge dello Stato e lo fa quando sostituisce le esigenze sanitarie legate alla programmazione, con le logiche di mercato’. Persiste poi il problema relativo alle nomine dei direttori dei distretti sanitari. I direttori di distretto vanno nominati secondo la legislazione statale e non con norme ad hoc decise da Regione Lombardia. ‘Inoltre – concordano i consiglieri targati M5s – la suddivisione delle funzioni tra ATS e ASST non è in linea con le disposizioni statali: si è rivelata inadeguata e va modificata. La volontà di affidare la gestione delle Case della Comunità ai privati significa che, alla tutela della salute, si preferisce la ricerca del profitto’.

Conclude Degli Angeli: ‘Sono tutte questioni che espongono questo tentativo di riforma al rischio di incostituzionalità. La maggioranza ha votato contro i nostri rilievi. Motivo per cui è nostra
ferma intenzione respingere con fermezza questa proposta di legge. Valorizzando ogni minuto a nostra disposizione per chiedere alla maggioranza di riaprire la discussione’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.