‘Emozioni sul Serio, le vie d’acqua nel parco’ foto e premi

12 Dicembre 2021

Si è svolta presso il Centro Parco Museo dell’acqua di Casale Cremasco la cerimonia di
premiazione della dodicesima edizione del concorso fotografico ‘Emozioni sul Serio: le vie d’acqua nel Parco del Serio’, a seguito della valutazione delle foto da parte della giuria presieduta dal fotografo amatoriale naturalista Sergio Mazzoleri e composta dal responsabile del settore ecologia e ambiente del Parco del Serio, Ivan Bonfanti, e dalla direttrice Laura Comandulli. Per la sezione fotografia, prima classificata è stata Maria Cristina Lucchini di Romano di Lombardia, con un tramonto invernale sul Serio, nei pressi della frazione Pascolo di Romano, che la giuria ha premiato per la sua qualità di scatto ‘vissuto en plein air, che produce un’atmosfera fredda dove gli elementi naturali, tangibili nei riflessi delle nuvole, dei rami degli alberi e del sole, paiono fissarsi in un momento destinato a non mutare’. Secondo classificato Roberto Serra di Concesio (Brescia), che ha immortalato la Palata del Menasciutto: ‘Un serpente d’acqua morso
dai denti di un troll … ecco il risultato di questo scatto ruotato di 90 gradi – si legge nella motivazione – che muta la percezione della scala di risalita per i pesci posta sulla traversa fluviale della Palata Menasciutto. Un effetto che invita all’osservazione attenta dell’immagine, fino a cogliere le piccole piante acquatiche adese alle pareti della scala e allungate nel senso della corrente’. Al terzo posto il cremasco Roberto Gramignoli, con una foto di un ponte a Ricengo, con la seguente motivazione: ‘L’ uomo, la natura, il tempo che scorre in un mutare continuo reso evidente dall’arco del ponte che invecchia (la ragnatela) e dalla vite del Canada che scalda l’immagine con i suoi colori. Chiari e scuri che nascono da una luce laterale generando nuove
ombre zoomorfe (la gabbianella e il gatto), inghiottite dall’oscurità che regna sotto il ponte’.

Da Calcinate (Bergamo) arriva il vincitore della categoria ‘Macro’, protagonista Marco Marchetti con la sua ‘Rana verde’, quale ‘ensemble di verdi che riempie la composizione partendo dall’acqua e salendo poi lungo gli steli delle piante acquatiche. Al centro, una rana verde pare fiduciosa del mimetismo generato dai propri colori e dalla posizione leggermente nascosta dietro pochi rametti. Un’apparente tranquillità nella quale però non sfugge l’occhio vigile della rana pronta a individuare da un lato la presenza di predatori e dall’altro quella di prede’.

Per la sezione riservata alle scuole, la sede di Crema dell’Istituto Agrario Stanga è stata premiata dalla giuria che ha apprezzato la serie di foto realizzate dalla classe 3 D guidata dalla professoressa Flaminia Cima, per ‘l’equilibrio compositivo e la ricerca di una possibile armonia tra uomo e natura’. Infine, per la sezione social, premiato lo scatto di Jacopo Barchiesi.

Nel suo saluto, il presidente del Parco del Serio, Basilio Monaci, rivolgendosi agli intervenuti ha ricordato il tema del concorso di quest’anno, le vie d’acqua del Parco, con fontanili, rogge, uccelli acquatici, che ne caratterizzano il territorio e, collegato a questo, l’importanza del reticolo idrico che preserva questi territori dagli allagamenti, che potrebbero verificarsi nella stagione autunnale ed invernale. Per Monaci, significativa la location della premiazione di quest’anno, il Centro Parco di Casale Cremasco, per l’indisponibilità della sede di Romano di Lombardia: una struttura pensata per le scuole e che può accogliere gli studenti di ogni ordine e grado, per iniziative di educazione ambientale che i singoli istituti possono richiedere al Parco del Serio, fruendo così anche della competenza degli esperti del Parco, supportati dalle guardie ecologiche
Volontarie.

A descrivere le foto è stata la direttrice Laura Comandulli che ha anche precisato come il materiale fotografico è utile per le diverse attività che il Parco organizza nelle scuole, oltre ad aver costituito la base per il calendario 2022 del Parco, da oggi in distribuzione nei Comuni cremaschi e bergamaschi facenti parte del suo territorio. Oltre ai premiati e ad una delegazione dell’agraria di Crema guidata dalla direttrice Serena Cracolici, presenti in sala il sindaco di Casale Cremasco, Antonio Grassi e per il comune di Crema l’assessore Matteo Gramignoli: tutti hanno ammirato sul maxischermo la selezione preparata dalla GEV Ugo Panizzoli delle foto partecipanti al concorso. ‘Queste belle foto fanno venire voglia di camminare e passeggiare dentro il nostro Parco, per risposarsi e godere delle bellezze ambientali e naturalistiche – ha commentato il presidente Monaci – Sono felice per la partecipazione numerosa al nostro concorso e vi ringrazio tutti. Noi stiamo già pensando al tema del prossimo concorso’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.