‘Il superbonus 110% rilancia l’economia, Draghi è confuso’

23 Dicembre 2021

Superbonus 110 rilancia l’economia, ma per Draghi ha creato distorsioni. Marco Degli Angeli (M5s Lombardia): ‘Idee confuse, la vera distorsione sarebbe stata quella di non rilanciare una
misura che sta incrementando il PIL, i posti di lavoro e la salute dell’ambiente’. ‘Mentre il Superbonus 110% dà prova di tutti i suoi effetti positivi sull’economia, sulla socialità e sulla transizione ecologica, il così detto Governo dei migliori sembra non avere ancora le idee del
tutto chiare: il premier Draghi ha infatti definito il superbonus 110% come una misura che ha portato molto beneficio, ma che al contempo avrebbe anche creato distorsioni. Come il
Movimento 5 stelle ha ampiamente asserito e dimostrato, le frodi e l’aumento dei prezzi non sono certo dipesi dall’incentivo. Sarebbe bene ricordare al primo ministro che la bonarietà di una manovra non può certo essere messa in discussione dalla disonestà e dalle speculazioni di pochi’. Il consigliere pentastellato della Regione Lombardia ha poi aggiunto: ‘Si tratta di un incentivo che nella sola Lombardia ha apportato un valore complessivo pari a 1,5 miliardi di euro. Spiace pensare che le intenzioni fossero quelle di imporre una stratta sulla proroga della nostra maxi-agevolazione sulle unità unifamiliari, basandosi su accuse e ritornelli poco fondati. Non credo sia una caso che l’Agenzia delle entrate abbia alla fine chiarito come i 4 miliardi di crediti bloccati per le verifiche di cui ha parlato Draghi, riguardino in verità tutti i bonus edilizi e crediti di altra natura. Certo, prevenire e incrementare i controlli è essenziale: su questo lato il Movimento è sempre stato in prima linea e, parafrasando Conte, per assurdo, è proprio grazie alle misure volute dal M5s (così come è successo con il Rdc) che i furbetti sono spesso venuti a galla. Trovo quindi riduttivo e poco lungimirante mortificare gli effetti di una misura che tante imprese e tecnici stanno utilizzando con onestà e trasparenza.’

Per il consigliere pentastellato, Draghi pecca quindi di un giudizio e di una visione non proprio da
vero statista. Del resto, tutti i maggiori indicatori nonché i tanti autorevoli studi, giudicano la
misura del superbonus positiva e portatrice di benefici per le famiglie, per le imprese e
l’occupazione. Ancora per la riduzione delle emissioni di gas serra, per l’economia in generale e in definitiva anche per le casse dello Stato. Per fortuna il M5S ha fatto cambiare idea al Governo e con un emendamento si è posto rimedio ad un errore che sarebbe stato imperdonabileì.

Conclude Degli Angeli: ‘La vera distorsione sarebbe stata invece quella di non prevedere la proroga per una tipologia edilizia molto diffusa in provincia e nelle periferie, dove gli edifici
condominiali sono meno diffusi. Grazie al nostro intervento e all’appoggio di tutte le altre forze
politiche in Parlamento, non solo abbiamo scongiurato una discriminazione tra cittadini di serie A
e cittadini di serie B, ma abbiamo anche consentito alla nostra misura di continuare a produrre i
suoi effetti benefici sulle tasche e sulle abitazioni degli italiani, sull’aumento di posti di lavoro e
soprattutto sulla salute dell’ambiente.’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.