Nuoto. Bernini, Rognoni, Ceriali, Rossetti: record

30 Dicembre 2021

Domenica 19 dicembre la squadra della Canottieri Baldesio ha preso parte alla tradizionale manifestazione ‘Coppa Caduti di Brema’ di nuoto in programma a Milano presso la piscina Samuele. La più antica società cremonese faceva parte del girone B e ha schierato 10 maschi e 6 femmine per raccogliere quanti più punti possibile.

In campo femminile buone le prove di Paola Roversi nel dorso con due primati personali nei 100 e 200, chiusi rispettivamente in 1.03.78 e 2.16.70, mentre nei misti l’atleta baldesina non è riuscita ad esprimere al meglio le sue potenzialità. Miglioramenti per Cecila Turco nei 100 e 200 rana con 1.14.61 e 2.43.36 e per Giorgia Vai nello stile libero con 59.14 nei 100, 2.11.21 nei 200. Silvia Denti ha sostituito con onore Lucia Pasquale bloccata dalla quarantena fiduciaria e ha confermato i sui tempi nel delfino con 2.35.00 nei 200 e 1.09.72 nei 100. Giulia Gerevini ha coperto le distanze del mezzofondo a stile libero con 9.30.00 negli 800 e 4.37.45 nei 400. Aurora Denti ha collaborato al risultato di squadra con il suo 27.24 nei 50 stile libero. Purtroppo squalificata la 4×100 stile libero femminile per cambio anticipato, mentre buon risultato per la 4×100 mista con 4.30.72.

In campo maschile ciliegina sulla torta è stata la splendida staffetta 4×100 stile libero, che ha ottenuto 3.31.10, nuovo primato provinciale della categoria Cadetti (record che risaliva al 2004 appannaggio della Canottieri Flora). I 4 portacolori baldesini hanno dato ciascuno il meglio di sé a partire da Alessandro Bernini in prima frazione con 52.92, seguito da Michele Rognoni con un ottimo 51.57, Stefano Ceriali con 53.40 e infine da Alessio Rossetti con 53.13. Nelle prove individuali bei miglioramenti per Michele Rognoni nei 100 stile libero in 52.01, nei 200 stile con 1.56.17 e nella staffetta mista dove ha lanciato i compagni con il suo 100 dorso in 59.63 (per la prima volta sotto il minuto). A seguire nella frazione a rana Tommaso Felisari in 1.07.89, Stefano Ceriali a delfino con 58.10 e Alessandro Bernini a stile con 51.21. Nella rana maschile bravi i due giovani Tommaso Felisari e Leonardo Bergomi, che hanno confermato i primati personali ottenuti pochi giorni prima: 2.27.87 e 1.08.51. Nel dorso Marco Suardi lima ancora qualche decimo con 2.13.27 e 1.00.77, mentre Giulio Rinaldi è artefice di due ottime prove nei 400 e 1500 stile libero in cui ottiene ben due primati personali, 4.12.39 nei 400 e 16.32.28 nei 1500. Nella farfalla la squadra ha schierato Alessandro Bernini nella distanza più breve, chiusa in 57.08 (per lui anche 23.83 nei 50 stile) e Thomas Mnatacanian nella doppia distanza con 2.16.85 primato personale. Chiudono i mististi Stefano Ceriali nei 200 con 2.13.96 e Alessio Lasagna nei 400 con 4.59.34.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.