Morto a Crema Macalli, una vita al vertice del calcio

3 Gennaio 2022

Avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 19 marzo Mario Macalli, morto ieri all’ospedale maggiore di Crema dopo lunga malattia. Da tempo lottava contro un tumore che l’aveva minato nel fisico, non nello spirito tenace e combattivo. La personalità debordante, la vis polemica e il carattere indomito l’hanno distinto nei lunghi anni di presidenza della Lega Italiana Calcio Professionistico e prima ancora della Serie C. E’ stato uno dei massimi responsabili e punto di riferimento nazionale del mondo del pallone dal 10 gennaio 1997 al 3 luglio 2015.  La sua carriera dirigenziale nel calcio comincia nel 1962 quando assume la  vicepresidenza del Pergocrema che conserva fino al 1986.  Quell’incarico nel 1977 gli apre la strada verso ruoli di rilievo negli organismi direttivi della Lega Nazionale Serie C, in qualità di dirigente federale: dalla Commissione di programmazione della Lega e poi nel Collegio arbitrale e infine nel comitato tecnico della Figc. Viene poi nominato consigliere della Serie C2 e nel 1987 vicepresidente della Lega professionisti di serie C. Quando quest’ultima viene commissariata fra il 1988 ed il 1990 assume l’incarico di dirigente delegato. Il 10 gennaio 1997 viene eletto presidente della Lega professionisti di serie C e confermato nel 2000, nel 2004 e nel 2008. Nel 2009 assume l’incarico di vicepresidente della Figc. Nel dicembre 2012 ottiene la riconferma a presidente della Lega Pro.

Nel 2015 la sezione disciplinare del tribunale federale nazionale lo inibisce per 6 mesi per avere registrato nel febbraio 2011 quattro marchi (Pergocrema, Pergocrema 1932, Pergolettese e Pergolettese 1932) riconducibili a potenziali nuove società. Qui iniziano i suoi problemi che lo portano alle dimissioni formalizzate il 3 luglio 2015. ‘Su di me arrivarono tonnellate di fango, che non meritavo dopo 40 anni dedicati al calcio’ dichiarò dopo avere lasciato  ogni incarico. A dare l’annuncio della sua scomparsa è stato il presidente del Pergo, Francesco Ghirelli.

Mario Macalli si è occupato di calcio, la sua passione, in parallelo con l’attività di commercialista e consulente del lavoro. Il funerale sarà celebrato domani, 4 gennaio alle 14,30, nel Duomo di Crema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.