Crema, soldi pubblici alla piscina, esposto del Prc

9 Gennaio 2022

Piergiuseppe Bettenzoli, segretario della Federazione Cremasca del Partito della rifondazione comunista ha presentato alla sezione giurisdizionale di Milano della Procura della Corte dei conti un esposto contro la giunta comunale di Crema per aver assunto la delibera n. 280 del 23.12.2021, nella quale ha concesso un contributo di 38mila euro a Forus Italia SSD srl succeduta alla società Sport Management spa, Società Sportiva Dilettantistica, nella gestione del Centro Natatorio Comunale di Crema..

‘Questo ulteriore ‘regalo’ – scrive Bettenzoli – la giunta comunale di Crema lo ha fatto per abbattere le tariffe a carico delle società sportive di Crema che fruiscono del Centro Natatorio, non si comprende perché l’Amministrazione comunale non abbia messo a disposizione tale somma direttamente alle società interessate, invece che foraggiare ancora una volta la società che gestisce la piscina. Tutto questo dopo aver già concesso nel 2020 un contributo di 35mila euro a fondo perduto, per il pagamento delle utenze, oltre ai 150mila, con vincolo di rimborso, a Sport Management Spa, società che ha chiesto l’ammissione alla procedura di concordato preventivo al tribunale di Verona’.

‘Siamo in presenza di un evidente danno erariale – prosegue Bettenzoli -. Il Comune di Crema, che ad oggi non è ancora riuscito a farsi restituire il ‘prestito’ di 150mila euro da Sport Management Spa, dona altri 35mila euro a Forus Italia SSD arl, società subentrata a seguito di aggiudicazione dell’asta per l’acquisto in lotto unico del ramo d’azienda’.

‘Come Partito della rifondazione comunista di Crema non siamo per nulla contenti della situazione che si è determinata presso il centro natatorio ‘Bellini’, chiuso in questi giorni per presunti problemi all’impianto del gas’ commenta infine Bettenzoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.