Quirinale. Elisabetta Belloni la gregaria più accreditata

24 Gennaio 2022

Non comincia sotto i migliori auspici la serie di votazioni per l’elezione del presidente della Repubblica, il tredicesimo perché Giorgio Napolitano è stato rieletto. Oggi alle 15 a Montecitorio sono convocati per il primo scrutinio, che richiede la maggioranza di due terzi dell’assemblea, i 1.008 grandi elettori: senatori, deputati e delegati regionali.  Silvio Berlusconi ha tenuto bloccati quasi due settimane sul suo nome i partiti che dopo la sua rinuncia si ritrovano al punto di partenza, senza un accordo sul successore di Sergio Mattarella. Impazza il toto-presidente in tv, sui social e su tutti i media. Partecipiamo al gioco più gettonato del momento rilanciando una candidatura, tra le tante, che ha fatto capolino nei giorni scorsi su alcuni quotidiani nazionali. E’ autorevole e molto accreditata benché la persona non sia conosciuta dal grande pubblico. Parliamo di Elisabetta Belloni. Il suo nome circola insistentemente a Roma nei centri di potere, non ultimo la Santa Sede, un luogo tradizionalmente maschilista nonostante il monito di papa Francesco che ricorda ai fedeli e soprattutto alle gerarchie ecclesiastiche che ‘la Chiesa è donna’. Belloni, 63 anni, è capo del Dipartimento per le informazioni della sicurezza presso la Presidenza del Consiglio. E’ la prima donna ad avere ricoperto questo incarico. Laureata nel 1982 con lode in Scienze politiche alla Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli (Luiss) di Roma, è stata sposata con Giorgio Giacomelli, ambasciatore originario del Padovano, morto cinque anni fa. Elisabetta Belloni ha intrapreso nel 1985 la carriera diplomatica con  incarichi nelle ambasciate italiane ed estere.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.