Cremona. Addio all’avvocato Gualazzini

28 Gennaio 2022
Personaggio poliedrico, uomo di cultura, figura tra le più rappresentative del mondo professionale e della cultura di Cremona, Cesare Gualazzini è scomparso nella notte. Era da tempo affetto da una malattia degenerativa che lo aveva costretto su una sedia a rotelle, ma le sue condizioni di salute erano complessivamente discrete. Lo assisteva la moglie Maresa Politi. Di recente aveva effettuato esami clinici con esiti positivi.  Il 3 gennaio aveva compiuto 82 anni.  Era nato a Reggio Emilia e dal 13 maggio 1968 era iscritto all’albo professionale.  Avvocato appassionato, ha scritto alcune delle più belle pagine delle maggiori vicende giudiziarie trattate al tribunale di Cremona. Dal padre Ugo, morto nel 1995, aveva ereditato la passione per la storia, locale e non solo,, l’amore per la letteratura, la musica e l’arte. Se non avesse intrapreso la carriera forense, sarebbe stato un ottimo liutaio, attività di artigianato artistico che era tra i suoi hobby preferiti, ma con risultati all’altezza dei migliori professionisti. Pregevoli le chitarre classiche che recano la sua firma, tra le quali spicca quella denominata Paquita. Il 13 dicembre 2018 ha ricevuto un riconoscimento per i 50 anni di carriera forense insieme con i colleghi Ermete Aiello e Gaetano Breviglieri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.