Concorso ‘Obiettivo acqua’, argento al cremonese Sudati

3 Febbraio 2022
‘Darla a bere’ è il titolo della foto con la quale il vicentino Pietro Munari ha vinto il concorso fotografico nazionale ‘Obiettivo acqua’ organizzato nell’ambito  della Giornata delle zone umide che si è tenuta il 2 febbraio. Il concorso, giunto alla terza edizione, è promosso da Anbi (Associazione nazionale dei Consorzi per la gestione e tutela del territorio e delle acque irrigue), Coldiretti e Fondazione Univerde, e la cui giornata finale si è svolta il primo febbraio a Roma. La foto di Munari è stata quella vincente. Perché ha centrato in pieno il tema, Nella foto di Munari, c’è un primissimo piano di una formica ripresa quasi in formato gigante, mentre aspetta con ansia che caschi una goccia dal foro di un canneto, forse di un albero, o magari un semplice legnetto. Ma è nella capacità di aver colto l’attimo e di suggerire infinite storie sull’acqua come bene prezioso, sottovalutato e troppo spesso sprecato, che c’è tutta la grandezza dell’immagine, per mezzo della quale sono andati al bravissimo Pietro sia una targa che un premio in denaro. Secondo e terzo posto rispettivamente per il cremonese di Pieve D’Olmi, Fulvio Sudati, e il milanese (di Groppello d’Adda) Maurizio Portone, rispettivamente con ‘Martino con preda’ e ‘Grande ruota mulino Rudun’.
Diverse le menzioni speciali, tra ‘Acqua e città’ e ‘Acqua e paesaggio’, oltre a ‘Cambiamenti climatici: difendere l’acqua, difendersi dall’acqua’, che è riuscito ad aggiudicarsi il livornese Nicola Casarosa, con ‘Lo scolmatore nel mare fino al mare’ e premiato dal giornalista Nicola Saldutti, responsabile della redazione Economia del Corriere della Sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.