‘Presidente, convochi l’assemblea dei sindaci’

23 Febbraio 2022

I sindaci di Sesto Cremonese, Soresina, Stagno Lombardo e Gerre de’ Caprioli hanno inviato ai loro colleghi sindaci la nota allegata perché, se condivisa, la sottoscrivano. La lettera è indirizzata al presidente della Provincia, Mirko Signoroni con la quale chiedono la convocazione dell’assemblea dei sindaci. Tale nota è già stata condivisa dal sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, dal sindaco di Crema Stefania Bonaldi, dal sindaco di Spino d’Adda Enzo Galbiati e dal sindaco di Montodine Alessandro Pandini.

Caro Presidente,

Il voto di dicembre che ha determinato il rinnovo del consiglio provinciale rappresenta un’occasione e quindi un necessario momento di riflessione sulla governance della Provincia secondo uno spirito ed una motivazione più istituzionale che politico/partitica al fine di affrontare e condividere tutte le dinamiche che coinvolgono il nostro territorio, ma anche le opportunità che si stanno manifestando al livello nazionale. Lo spirito che ha caratterizzato il progetto di trasformazione dall’ente Provincia al nuovo Ente di Area Vasta si basa sul principio della “’Casa dei Comuni’, sulla come da indicazioni legislative , forse caduta in desuetudine, ma che nello spirito mantiene in capo alla Provincia il necessario sguardo e coinvolgimento dell’intero territorio a conferma, comunque, della naturale ed istituzionale finalità sovracomunale dell’Ente. Gli ultimi anni di pandemia ci hanno tolto la possibilità di un confronto tra noi, rappresentanti dei Cmuni, e voi amministratori di Area Vasta che (seppur) eletti in quanto (avendo il requisito di amministratori comunali), rappresentate 115 comuni. Temi come l’infrastrutturazione della rete stradale e ferroviaria, il PNRR, CUC l’ambiente, l’edilizia scolastica, la costituenda ATS per lo sviluppo e non da ultimo l’organizzazione dell’Ente sia come servizi sia come personale, meritano di essere trattati nella loro interezza con dei momenti puntuali quale un’assemblea dei sindaci. Primariamente, infine, lo stato del bilancio  parte corrente) sia rispetto all’anno in corso che nelmedio termine.

Crediamo, Presidente, che ora più che mai in una a fase di ripartenza nazionale, anche con delle criticità evidenti, il nostro territorio possa esprimere un potenziale in progetti e servizi al fine del suo rilancio e del suo sviluppo. Per fare questo, però, non basta mantenere la discussione all’interno del consiglio di Area Vasta ma serve un luogo di confronto con i sindaci, l’assemblea dei sindaci, come declinato nello statuto, ove condividere anche i problemi e le difficoltà del momento contingente. Il fine propositivo di questa lettera è quindi quello di chiedere a Lei, e a tutti i rappresentati territoriali che siedono nel consiglio di Area Vasta di attivarsi per indire un’assemblea dei sindaci per affrontare insieme i temi che abbiamo citato.

Certi di un suo accoglimento positivo le porgiamo cordiali saluti.

Diego Vairani sindaco di Soresina
Roberto Mariani sindaco di Stagno Lombardo
Carlo Angelo Vezzini sindaco di Sesto ed Uniti
Michel Marchi sindaco di Gerre De Caprioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.