24 aprile, Marcia della pace Perugia-Assisi

19 Marzo 2022

Con la plenaria nazionale di oggi è stata decisa dalla Tavola della pace una iniziativa straordinaria per domenica 24 aprile. UNA MARCIA DELLA PACE PERUGIA-ASSISI ANTICIPATA E STRAORDINARIA PER DIRE NO ALLA GUERRA E AL RIARMO. La richiesta di fondo è quella del negoziato politico al posto della violenza armata. Dunque il cessate il fuoco immediato e l’apertura di un negoziato vero che finora non c’è stato. Da molti è stato chiesto che la pace e il diritto alla pace per il popolo ucraino significhino proporre lo stesso diritto per tutti i popoli e le minoranze vittime di guerre dimenticate. Anche il diritto all’accoglienza non va limitato solo ai rifugiati ucraini ma a tutti. Di particolare interesse le analisi geopolitiche del generale Mini sulle responsabilità dell’Europa, della Nato e degli Usa nel non avere costruito un sistema di sicurezza condiviso con la Russia e, al contrario, nell’aver perseguito il riarmo nucleare che, per se stesso, non è mai solo difensivo. Molto solide le considerazioni giuridiche e politiche di Marco Mascia sul Diritto internazionale, sulla Carta Onu, sugli Stati “fuori legge” che non sono solo la Russia di Putin, ma chi ha organizzato occupazioni e guerre senza alcuna legittimazione internazionale. Dopo il 1945 la Comunità internazionale si è dotata di strumenti politici e apparati legali per prevenire o risolvere i conflitti con mezzi pacifici. Prima del 1945 questi strumenti non c’erano. Ecco perché fare la guerra oggi è ancora più grave e assurdo, data l’esistenza di strade diplomatiche e tavoli di confronto ben definiti prima inesistenti.

 

Tavola della pace

Cremona

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.