Asst e sindaci cremonesi, silenzio sul nuovo ospedale

2 Maggio 2022

Se i sindaci cremonesi convocati in assemblea dal presidente e loro collega di Cremona, Gianluca Galimberti, si aspettavano chiarimenti su che cosa conterrà il nuovo ospedale, le risposte non sono arrivate. Di seguito la nota diffusa dall’Asst di Cremona.

L’incontro ‘Presente e futuro della sanità territoriale, pensando al nuovo ospedale’, indetto dall’Assemblea dei sindaci – presieduta da Gianluca Galimberti (presidente Assemblea dei sindaci) e da Roberto Mariani (presidente Assemblea consortile) – si è svolto questo pomeriggio nell’aula Magna dell’ospedale di Cremona. Presenti anche i primari dell’ospedale di Cremona e Oglio Po. Ecco una sintesi dei temi trattati dal direttore Giuseppe Rossi.

 BANDI DI CONCORSO, ALLA RICERCA DI SPECIALISTI

L’attività di reclutamento del personale sanitario (triennio 2019-2021) è stata impegnativa e ha visto la pubblicazione di 107 bandi di concorso (di cui tre andati deserti) che hanno coinvolto 1024 candidati. Più dell’86% dei candidati ha provenienza extraterritoriale (diverse parti di Italia).

I bandi di concorso per dirigenti medici già pubblicati nel 2022 sono 11 (a cui vanno aggiunti 2 in fase di pubblicazione e altri 2 che verranno indetti entro dicembre) per un totale di 36 posizioni disponibili.

2021: MEDICI E INFERMIERI, TURNOVER BILANCIATO

Nel 2021 i medici che per motivi diversi hanno cessato l’attività presso l’ASST di Cremona sono stati 56 e ne sono stati assunti 53. Gli infermieri che hanno cessato l’attività sono 101 a fronte di 134 assunti.

DOPO IL COVID, RIPRESA GENERALE DELLE ATTIVITÀ (per i dati dettagliati si vedano slide)

La chirurgia generale fa scuola, Neurochirurgia al top, Radiologia in crescita, Focus attività ‘Area Donna’.

TUMORE ALLA MAMMELLA: AD APRILE QUALCOSA È CAMBIATO

Gestione del percorso del tumore alla mammella e liste d’attesa: alle pazienti che necessitano del controllo annuale viene dato l’appuntamento per il 2023, le prestazioni senologiche con priorità a 60 giorni vengono eseguite nei tempi e (dal prossimo giugno) l’équipe di radiologia senologica si arricchirà di un nuovo radiologo specializzato.

PER AMPLIARE L’OFFERTA DI PRESTAZIONI APERTURE SERALI E PREFESTIVE

Dal 7 maggio gli ospedali di Cremona e Casalmaggiore garantiranno l’ampliamento dell’offerta di prestazioni radiologiche (TAC, Mammografie e RM) in orario serale e prefestivo come previsto dalla delibera N° XI / 6279 (seduta di Giunta del 11 aprile, Regione Lombardia).  L’iniziativa è rivolta ai residenti in Regione Lombardia.

Questi i primi giorni calendarizzati:

CREMONA

Tac senza mezzo di contrasto

7-8-15-22-28-29 maggio, dalle 14 alle 17

4 e 23 maggio, dalle 20 alle 23

Mammografie

dal mese giugno

OGLIO PO

Mammografie

9 e 16 maggio, dalle 20 alle 24

Risonanze Magnetiche

14 e 21 maggio, dalle 14 alle 18

 

MEDICINA E TERRITORIO: CASA DI COMUNITÀ A SORESINA E INFERMIERI DI FAMIGLIA

La Casa di Comunità di Soresina ha iniziato l’attività. Già presenti in sede gli infermieri di famiglia (Punto Unico di accettazione – PUA) per la presa in carico dei pazienti cronici. Inoltre, sono già operativi gli specialisti di geriatria, terapia del dolore e psicologia.

 

NUOVO POAS: VERRÀ PRESENTATO IN REGIONE IL 4 MAGGIO

Il prossimo 4 maggio l’ASST di Cremona consegnerà in Regione Lombardia la proposta di un nuovo Piano Organizzativo Aziendale Strategico (POAS) costruito per creare tutte le condizioni necessarie per ambire al Dipartimento Accettazione Emergenza (DEA) di secondo livello funzionale al progetto ‘nuovo ospedale’.

Di seguito le slide proiettate durante l’incontro odierno all’ospedale tra il direttore generale Giuseppe Rossi e i sindaci cremonesi.

 

Presente e futuro della sanità territoriale_2-05-2022

 

 

Una risposta

  1. Sembra che vada tutto bene, il personale medico e infermieristico non mancano, i bandi sono stati istituiti… Tutto funziona come deve. Per quanto riguarda il nuovo ospedale verrà presentato il progetto: si è ormai deciso di costruire, ma non si sa come sarà utilizzato ciò che sarà costruito. Comunque… Mantova ‘ pare ‘ in vantaggio riguardo l’assegnazione del DEA di secondo livello. Strano, sembra un mettere le mani avanti per giustificare qualcosa che già si conosce. Politicamente Cremona vale sempre meno, i politici cremonesi sono estremamente deludenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.