Degrado di Cremona. S. Ambrogio un quartiere ko

22 Maggio 2022

Gentile direttore, conoscendo l’attenzione che il Blog costantemente riserva alle criticità di Cremona, specie riguardo al degrado che ne sta mortificando quartieri e settori, vorrei portare all’attenzione le gravissime condizioni del quartiere Sant’Ambrogio da tempo in caduta libera quanto a decoro e vivibilità. Rapidamente enumero: criticità igienico sanitarie, criticità acustiche per eccesso di rumore (da metà pomeriggio a tarda serata un rumore intollerabile), problemi di miasmi nauseabondi legati a processi industriali di lavorazioni chimiche, delle carni ed altro, tale che è impossibile aprire le finestre, criticità in tema di sicurezza specie nelle ore serali.

Convivenza di diverse etnie, con usi e costumi diversi e talvolta stridenti con i nostri standard, il quartiere, da operoso, ordinato e pulito di una volta, pur sempre a destinazione sia abitativa che industriale, è ora un luogo caotico, senza una sua specifica connotazione, con traffico pesante e disordinato, parcheggi selvaggi, che impediscono la normale circolazione, in particolare presso le scuole. Mucchi di spazzatura abbandonata che nessuno raccoglie, fra le ultime un topo morto lasciato in strada a marcire per quasi una settimana, pittoresca tipologia di materiali domestici scartati (seggioloni, materassi e così via) e parcheggiati sui marciapiedi; per non parlare del verde, incolto e trascurato, solo erbacce ovunque.

Sono scomparse, di conseguenza, attività artigianali e negozi di vendita, dando solo spazio a centri
commerciali. Quale colpa dobbiamo scontare per sopportare la presenza sotto casa di un mondo tanto aggressivo e sbracato?

Il vigile di quartiere che fine ha fatto?

Come mai le buone idee muoiono sul nascere e i pessimi andazzi crescono indisturbati?

Lettera firmata

Cremona

Una risposta

  1. Lo conosco bene.
    Ma quanto descritto non è che una versione acuta della infezione che affligge la società attuale. No regole, no cura, no vigilanza, negligenza, menefreghismo, ignoranza, strafottenza, assenza di sanzione.
    Educazione? Non pervenuta.
    Di certo una società civile e integrata non si costruisce così

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.