Ex Snum, tigli da abbattere. Italia Nostra manifesta lunedì

29 Maggio 2022

Saranno le note del Requiem di Giuseppe Verdi ad accompagnare il de profundis per i 24 tigli destinati alle motoseghe. Devono lasciare spazio al parcheggio del centro commerciale che sarà costruito nell’area ex Snum di Cremona, tra via del Giordano e via Mosa. Le note che accompagneranno il simbolico rito funebre saranno quelle del violino suonato da Angela Alessi che ha aderito alla manifestazione in programma lunedì 30 maggio alle 11,15 di fronte al bosco  presto le ruspe cancelleranno ogni traccia. Ma non il ricordo di chi ne ha ammirato la bellezza rigogliosa. Si sa che nulla servirà a indurre l’Amministrazione comunale a tornare sui suoi passi. Ne è consapevole Anna Maramotti, presidente della sezione di Cremona di Italia Nostra, promotrice della manifestazione che ha il significativo sostegno di due personaggi di spicco dell’associazione ambientalista, gli studiosi Giovanni Bassi e Angelo Landi. Scopo dell’iniziativa è rompere il velo di rassegnata indifferenza che accompagna le ripetute aggressioni al verde pubblico, non ultima quella programmata nel parco del Morbasco dove la cementificazione procurerà ferite perenni a una pregevole area naturalistica che sorge a ridosso del centro storico. Anna Maramotti terrà un breve discorso, poi lascerà che la musica di Verdi susciti nei manifestanti emozioni e riflessioni. La manifestazione avrà eco nazionale attraverso Italia Nostra, nella speranza che questo sia l’ultimo scempio al quale dovremo assistere.

Una risposta

  1. Oggi il Requiem suona per i tigli. La cosa curiosa è che chi ne ha decretato l’abbattimento non si sia accorto che ben altro Requiem suona per lui da un bel po’. E se i cremonesi si svegliano, interessanti segnali non mancano, lo spettacolo sarà storicamente interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.