Ai fautori di ‘Italexit’: ‘Restate a casa! Da un pezzo Cremona è già fuori da tutto’

18 Luglio 2022

Ci vuole un fisico bestiale, in queste torride sere, per mettersi in piazza, a Cremona, e sostenere ‘Italexit’, feroce creatura politica nata dall’ inquieta mente di Gianluigi Paragone. Qualche odiatore del condizionatore e della vita comoda c’è però pure qui. Fa tenerezza vedere questi intrepidi seguaci del senatore varesino chiedere che l’Italia esca da tutto. Il sentimento raddoppia pensando di declinare tale richiesta  in chiave locale; magari estraendo dal cilindro, quando arriveranno le elezioni comunali, un bel ‘Cremonaexit’.

Il motto ‘pappagoniano’ sotto il Torrazzo è antico  ma quanto mai attuale. Da un bel pezzo Cremona è già uscita e spesso isolata da tutto. L’elenco è lungo e penoso. A partire dalle infrastrutture. Pendolino verso Roma: scomparso da tempo immemore. Freccia della Versilia verso il mare: persa per sempre, tra le pastoie della burocrazia romana. Trasporto locale: è coperto da un pietoso velo di vergogna.  Terzo ponte sul ponte Po: araba fenice per antonomasia. Autostrada per Mantova; di là da venire. Navigazione sul fiume: mai partita quando c’era l’acqua, figuriamoci ora che non c’è più neanche quella. Ponti vari, come quello dedicato a Giuseppe Verdi tra San Daniele e Zibello, sono sempre più fantasmi di se stessi. Acciaccati. Malmenati dalle intemperie e spesso dal disinteresse generalizzato.

Cremona più fuori di così e più isolata dal resto del mondo credo che non si possa. E allora ai giovani valorosi ‘pappagoniani’ rivolgo un invito: restate a casa. Chi è venuto prima di voi ha già fatto abbastanza. Meglio godersi la frescura del condizionatore; finché avremo energia elettrica.

 

Ghino di Tacco

Una risposta

  1. Premetto: Paragone è bravo con le parole, ma vuoto nei fatti e non ho nessuna stima x lui.
    Non ha mai dato una mano a noi attivisti quando era nel Movimento per cui avevo smesso di considerarlo un degno portavoce ancora quando era dentro. Sono in contatto diretto con molti senatori dei nostri, sono quelli che ci hanno sempre appoggiato e risposto, nei limiti di quello che si riesce a fare in questo mondo della politica che pensa a tutto fuorché al benessere di noi “semplici cittadini”.
    👋🏼☀️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.