Treni e rimborsi per i ritardi: Codacons diffida la Regione

30 Luglio 2022
 Il Codacons è pronto a dare battaglia accanto ai pendolari lombardi per ottenere rimborsi sugli abbonamenti per i treni locali, spesso in ritardo. “Tra ritardi, cancellazioni, tratte ferroviarie bloccate, e chi più ne ha più ne metta è stato un mese di passione per migliaia di persone, che quotidianamente devono recarsi al lavoro tramite il sistema ferroviario lombardo”, fa sapere il Codacons.  “Ora, il Consiglio Regionale della Lombardia ha deciso di bocciare un ordine del giorno, presentato da un consigliere del M5S, che chiedeva alla Regione di impegnarsi affinché Trenord rimborsasse ai propri clienti l’abbonamento del mese di luglio”, aggiunge l’associazione dei consumatori. “L’ennesima beffa: la Regione non solo non si assume le proprie responsabilità per quello che sta accadendo con i trasporti lombardi, ma ora non vuole neanche attivarsi per perorare la causa dei pendolari, che chiedono a gran voce un servizio ferroviario all’altezza, e di aver un riconoscimento, sotto forma di rimborsi, per quello che stanno vivendo in questo periodo – afferma il presidente nazionale del Codacons, Marco Donzelli – per questo motivo invieremo una diffida alla Regione Lombardia, chiedendo immediatamente di attivarsi a tutela e garanzia dei propri pendolari.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.