Strage di Bologna, la staffetta ha fatto tappa a Cremona

1 Agosto 2022

Accolti calorosamente in Cortile Federico II dal sindaco Gianluca Galimberti e dall’assessore Maurizio Manzi, hanno fatto tappa questa mattina a Cremona i partecipanti alla 37a staffetta podistica Milano-Brescia-Bologna “Per non dimenticare” in occasione del 42° anniversario della strage del 2 agosto 1980. Il sindaco ha stretto la mano a tutti questi instancabili testimoni che, mettendoci le gambe, il cuore e la buona volontà, desiderano tenere viva la memoria di uno degli atti terroristici più gravi avvenuti in Italia nel secondo dopoguerra, da molti indicato come uno degli ultimi atti della strategia della tensione. Nell’attentato rimasero uccise 85 persone ed oltre 200 rimasero ferite. Da 37 anni, grazie all’organizzazione dell’Associazione Gruppi Amatori Podistici presieduta da Gianluigi Labò, questi podisti, in collaborazione con il Coordinamento staffette podistiche di Bologna e il Circolo dipendenti del Comune di Bologna corrono sulle strade della Lombardia e dell’Emilia per ricordare, oltre alla strage di Bologna, anche quelle di piazza Fontana e via Palestro a Milano e piazza della Loggia a Brescia.

Come ha detto Gianluigi Labò nel suo saluto ai cremonesi questa sarà con ogni probabilità l’ultima volta, un’edizione di commiato e di ringraziamenti a tutti coloro che non hanno mai lesinato il proprio supporto per la riuscita della manifestazione. Le motivazioni che spingono ad archiviare l’iniziativa sono molteplici e validissime anche se l’evento rimarrà comunque indelebile nel cuore degli organizzatori.

La tappa a Cremona, anche se di breve durata, è stata comunque vissuta come un momento di solidarietà e di condivisione, nonostante il rammarico di apprendere che questa sarà forse l’ultima edizione della staffetta. Il sindaco
ha ringraziato i partecipanti per l’impegno profuso in questi anni nell’organizzazione di questa manifestazione finalizzata a mantenere viva la memoria delle vittime delle stragi di Bologna, Brescia e Milano. La staffetta, come da da tradizione, è stata affiancata, dal confine con la provincia di Brescia fino in città, da un gruppo di podisti cremonesi del Marathon Cremona, coordinati dal presidente Ermanno Vicini e formato da Massimo Aldovini, Maurizio Ceruti, Vanni Gerelli, Alberto Generali, Martino Longhi, Paolo Pini, Gabriele Ravasi e Giovanni Valsecchi. Anche un folto gruppo di ragazzi di Pozzaglio ha accompagnato in bicicletta i podisti fino a Cremona.

Dopo il saluto del sindaco, un velocissimo ristoro e la foto di gruppo in piazza del Comune, la staffetta, sempre scortata da agenti della polizia stradale e della polizia locale, si è rimessa in marcia in direzione Castelvetro Piacentino, questa volta accompagnati da Annibale Rizzi e Daniele Pitturelli del Marathon Cremona. Con loro anche Sergio Priori, già appartenente alla polizia locale di Cremona, da sempre presente in tale occasione.

Dopo avere attraversato tutta l’Emilia, la staffetta arriverà a Bologna nella mattinata di domani, quando si terrà la cerimonia ufficiale di commemorazione della strage del 2 agosto 1980, alla quale parteciperà, in rappresentanza del Comune di Cremona, la consigliera comunale Fabiola Barcellari con il Gonfalone della nostra città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.