Pizzetti: ”Investire sul porto di Cremona? Soldi buttati”

14 Maggio 2024

Caro direttore, ringrazio Giorgio Albera per l’interlocuzione. Anch’io ho creduto molto nella funzione del Porto di Cremona. A differenza sua non vedo oggi prospettive per tale infrastruttura.

Continuare ad investire su di essa equivale a buttare soldi nel canale. E questo è il primo punto. Un canale navigabile che doveva raggiungere la metropoli lombarda ma si è fermato molto prima e mai la raggiungerà. Dunque la sua funzione trasportistica è nulla, di conseguenza depotenzia enormemente il Porto in termini di riferimento merci. Poi ci sono i cambiamenti climatici che rendono il grande fiume scarsamente utilizzabile per la navigazione commerciale in parecchi periodi dell’anno. Si potrebbe dire interveniamo sull’alveo. Ma i costi sarebbero ingenti, l’efficacia dubbia, la domanda scarsa. Il porto è una darsena con intorno attività produttive che ben poco se ne servono. Poco più che una zona industriale. Un grande sogno non può vivere all’infinito e contro logica. Deve prendere atto della realtà che neppure volontà ferree e risorse consistenti possono cambiare.

Il fiume Po ha due grandi funzioni. Quella turistica che connette ambiente ed economia. Quella di riserva idrica per l’agrozootecnia. Ci potrebbe essere anche quella di potenziamento della produzione energetica ma credo di dubbia realizzazione sia per costi che per snaturamento ambientale. D’altro canto, se usciamo dalla cremonesità orgogliosa ma poco operosa, un Porto funzionante c’è già. È quello di Valdaro, già collegato al Delta con l’idrovia lombardo veneta, in verità molto più veneta. È il canale navigabile Tartataro-Fissero-Canalbianco. Quindi occorrerebbe investire sullo sviluppo di quel Porto se davvero si crede nel trasporto fluviomarittimo.  Ragionando in termini vasti e di area padana. E collegare meglio quel Porto con infrastrutture di accesso, quale appunto la dorsale padana di cui l’autostrada Cremona-Mantova non rappresenta che un tratto. Cremona non diventa grande da sola ma solo se sviluppa grandi reti.

 

Luciano Pizzetti

 

4 Responses

  1. Abbiamo un canale inutilizzato dove si potrebbero inventare tante cose ma…non navigabilità merci.perchè non potrebbero in parte usare come a Milano x gare o passeggiate con e senza motori…sci nautico e tante altre??? X quanto riguarda pizzetti utilizzi qui soldi x cose necessarie e concrete alla popolazione .ciao a tutti

  2. È una delle rare volte che condivido l’ottica di Pizzetti sul porto canale. Interessante anche la risposta di mario che ipotizza un uso sportivo del porto canale. Ai posteri l’ardua sentenza.

  3. Ma pensa, che strano. Gira e rigira si va sempre a finire lì. All’autostrada Cremona -Mantova. È ormai una questione di principio per Pizzetti! Che importa dell’ambiente, della cementificazione, dell’inquinamento dovuto al traffico su gomma. Tutto ciò che non è Pizzettipensiero non è mai degno di considerazione. I suoi pallini sono quello che conta. E se non riesce nella realizzazione è perché altri sono meno lungimiranti.

    1. Purtroppo la autostrada cr-mn è una parte fondamentale della cementificazione su base finanziaria a cui Cremona è stata destinata, autostrada, gronda nord, poli logistici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *